Skip to content

Social Network Badges

Itinerari da più giorni

Itinerari da più giorni

La partecipazione è solitamente a numero chiuso e sempre riservata ai Soci.
La prenotazione è obbligatoria, versando un acconto in Segreteria.

Grand Tour della Birmania.
Tra pagode dorate e paesaggi incantevoli
Un nuovo suggestivo itinerario nel sud-est asiatico dedicato al Myanmar, l’antica Birmania: un paese unico, capace di affascinare i viaggiatori più curiosi ed esigenti grazie alla ricchezza del suo patrimonio culturale e naturale. L’itinerario permette di conoscere il Paese d’Oro nel modo più autentico, toccando le località di maggiore interesse, tra scintillanti pagode d’oro e templi millenari in pietra. Conosciamo le diverse etnie che popolano queste terre, scoprendo le tante espressioni dell’elegante artigianato locale e il fascino arcaico della vita rurale, tra paesaggi incontaminati e semplici villaggi. Visitiamo la capitale, Yangon, dalla particolare atmosfera anni Quaranta, ricca di contrasti, tra luccicanti insegne al neon e antichi templi buddhisti. Navighiamo tra i giardini galleggianti
del lago Inle, dove la natura è incantevole, lasciandoci cullare dalla dolce corrente, alla luce del tramonto. Arriviamo a Mandalay, l’antica capitale, di cui Kipling ha scritto pagine memorabili, una città quasi mitica, dagli stupendi panorami e dalla profonda religiosità. Ammiriamo in silenzio lo spettacolo delle migliaia di pagode che costellano la verde vallata di Bagan, che diventano quasi miraggi illuminati dal sole all’alba. Un viaggio incredibilmente suggestivo, attraverso la storia, i colori e le tradizioni di una paese sorridente ed ospitale, la cui storia arriva agli albori della civiltà orientale.
Quando: Dal 12 al 25 novembre, quattordici giorni, in aereo
Altre informazioni: Prenotazione obbligatoria. Programma da richiedere alla Segreteria
Roma mai vista.
Aperture speciali e visite esclusive in città
Un nuovo itinerario ci riporta Roma, per scoprire alcuni dei tanti volti della capitale, concentrandoci su preziosi gioielli architettonici, pittorici e scultorei, riservati alla sensibilità di un pubblico attento e curioso, con visite a dimore e luoghi normalmente non aperti al pubblico. Tra i palazzi scopriamo il Casino dell’Aurora, un gioiello del barocco romano, all’interno del complesso architettonico di Palazzo Pallavicini Rospigliosi, decorato con il celebre affresco de “L’Aurora” di Guido Reni. Accediamo a Palazzo Odescalchi, dove possiamo ammirare la nota prima versione della “Conversione di Saulo” del Caravaggio. Un piccolo gioiello è la Pinacoteca del Tesoriere, una dimora storica che conserva capolavori del Vasari, Pietro da Cortona, Guercino e Albani. Una giornata particolare è poi quella dedicata ai Cavalieri di Malta, quando scopriamo le proprietà del Gran Priorato, accedendo alla chiesa di Santa Maria, unica realizzazione architettonica del grande artista ed incisore Giovanni Battista Piranesi, e alla Villa Magistrale. Imperdibile, infine, è l’appuntamento con l’apertura straordinaria dell’Aula Gotica del Monastero dei Santi Quattro Coronati, la cosiddetta “Cappella Sistina del Medioevo”, con gli splendidi affreschi duecenteschi caratterizzati da una preziosa policromia. Diverse visite, molte esclusive, per scoprire una Roma nascosta ed affascinante, per molti aspetti sconosciuta.
Quando: Dal 27 al 30 novembre, quattro giorni, in pullman
Altre informazioni: Prenotazione obbligatoria. Programma da richiedere alla Segreteria
La nuova Marsiglia.
Città d’arte e di cultura, dove si vive il Mediterraneo
La Marsiglia che ci attende è una piacevole città mediterranea, affacciata come un anfiteatro sul mare, senza rinunciare però ad “arrampicarsi” un po’ sui primi rilievi montuosi. Città cosmopolita per vocazione, conserva angoli dove l’atmosfera mediterranea è ancora autentica e genuina. Scopriamo il bel centro storico della città, che dopo lunghi anni di degrado è stato oggetto di una attenta riqualificazione. Il Panier, cuore del centro storico marsigliese, è un tipico quartiere mediterraneo con strette stradine che ci conducono a piacevoli piazzette, semplici case color pastello accanto ad eleganti abitazioni in pietra e, ovunque, il profumo del mare. Città di architettura, basti citare Le Corbusier con la sua Cité Radieuse, Marsiglia è una città in costante miglioramento: visitiamo il nuovo MuCEM, il museo dedicato alle culture del Mediterraneo, progettato in forme architettoniche sorprendenti da Rudy Ricciotti, che incarna appieno l’anima multietnica della città. Ci attendono infine raffinati ristoranti con le specialità gastronomiche, di mare, ‘ça va sans dire’: è d’obbligo assaggiare ‘bouillabaisse’, senza rinunciare però ad accomodarsi in uno dei tanti vivaci caffè e fare un brindisi con un bicchierino di pastis, magari guardando le vele bianche delle imbarcazioni in porto accarezzate dal vento. Una città che offre mille emozioni, da vivere in questo piacevolissimo itinerario.
Quando: Dal 7 al 10 dicembre, quattro giorni, in pullman
Altre informazioni: Prenotazione obbligatoria. Programma da richiedere alla Segreteria
Sicilia nascosta.
Iniziare il nuovo anno scoprendo un’isola sconosciuta
L’itinerario di Capodanno di quest’anno ci porta in Sicilia per un programma di viaggio nuovo, insolito ed entusiasmante. Privilegiamo aree della Sicilia meno conosciute e più lontane dai luoghi del turismo, per scoprire quasi un mondo a sé, un’isola nell’isola. La Sicilia nascosta, appunto. Sostiamo ad Enna, il cuore dell’isola, antico borgo disposto tra il lieve ondulare di fertili colline, dal forte carattere medievale. Visitiamo ad Aidone il museo archeologico dove ci attende la splendida Dea di Morgantina, restituita da pochi anni all’Italia. Seguendo la ‘rotta greca’ arriviamo a Mazara del Vallo, cittadina dalle antiche tradizioni affacciata sul Mediterraneo, dove ammiriamo il Satiro Danzante, straordinario esempio di statua bronzea greca. Nell’entroterra scopriamo Castelvetrano,
segnato da un centro storico con una complessa struttura urbanistica: un particolare sistema di differenti piazze comunicanti, su cui si affacciano chiese e palazzi. Lungo la nostra strada conosceremo la Sicilia Arbëreshë nella zona di Piana degli Albanesi e quella arabo-normanna, ammirando la chiesa della Ss. Trinità in Delia, immersa nel verde. Atmosfere e suggestioni che, come tessere di un mosaico, ci aiutano a capire, almeno in parte, l’identità profonda dell’isola, la “sicilitudine”, citando Sciascia. Proprio lui ha insegnato che la Sicilia non è una: “vi sono altre Sicilie, non si finirà mai di contarle”.
Quando: Dal 30 dicembre al 4 gennaio, sei giorni, in aereo
Altre informazioni: Prenotazione obbligatoria. Programma da richiedere alla Segreteria