Tutte le conferenze a Genova per Giugno 2020

Date disponibili
 


  Esposizioni Unversali, presente e futuro  
DALLA TORRE EIFFEL A DUBAI 2020

Giorno
Giovedì 4 giugno

Ore
16:00

Dove
Lomellini 8 – Spazio LDA, Via Lomellini 8

In occasione dell’Expo 2020 di Dubai, dedichiamo un incontro alla storia delle “Esposizioni universali mondiali” realizzate a partire da metà Ottocento. La prima esposizione fu, nel 1851, la Great Exhibition, all’interno del Crystal Palace a Londra. Un viaggio nel tempo per scoprire l’importanza di queste grandi mostre dove, insieme alla vendita dei prodotti esposti e alla presentazione dei nuovi progressi scientifici, si assiste alla progettazione di grandi strutture, spesso diventate poi vere icone, come avvenne per la Torre Eiffel nel 1889. Attenzione particolare, infine, alla futura esposizione di Dubai, che si preannucia per molti aspetti innovativa e rivoluzionaria.

 

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA
Partecipazione gratuita

 


  Genova dei Poeti a Palazzo Ducale  
GENOVA DI FINE NOVECENTO E D’INIZIO MILLENNIO

Giorno
Lunedì 8 giugno

Ore
17:45

Dove
Palazzo Ducale, Sala del Minor Consiglio

Dopo Gozzano, Campana, Sbarbaro, Montale, Caproni e Sanguineti, quali poeti hanno messo in versi Genova nell’ultimo scorcio del Novecento e nel primo ventennio del nuovo millennio? Risponde Paolo Zublena, docente presso l’Università di Genova ed esperto di poesia contemporanea, aggiornando una mappa cittadina in continuo movimento, dove si vanno accumulando i luoghi di Enrico Testa (da Sampierdarena a Sant’Ilario), Eugenio De Signoribus (autore marchigiano delle «Veglie genovesi») e di molti altri. Una poesia che in città resiste come la buganvillea al binario 20 della stazione ferroviaria di Piazza Principe che Testa descrive in «Ablativo».

 

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA
Partecipazione gratuita

 


  Il guerriero, la principessa e il drago  
SAN GIORGIO, TRA ARTE, STORIA, DEVOZIONE E MITO

Giorno
Mercoledì 10 giugno

Ore
16:00

Dove
Lomellini 8 – Spazio LDA, Via Lomellini 8

Ripercorriamo le vicende e l’iconografia di San Giorgio, patrono cittadino caro all’aristocrazia locale sin dalle Crociate. Le prodezze di questo cavaliere diventano un vero e proprio “status symbol” nel Quattrocento, quando i nobili genovesi, spesso afferenti al Banco omonimo, lo utilizzano per fregiare gli ingressi delle loro dimore. Affreschi, miniature e sculture immortalano il santo nel momento dello scontro con il drago, così come racconta Jacopo da Varagine. Ci soffermiamo soprattutto sui sovrapporta scolpiti raffiguranti il santo cavaliere che, a seguito della forte domanda, diventano un vero prodotto di punta, monopolizzato nella produzione dalla bottega dei Gagini.

 

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA
Quota di partecipazione 10 € 

 


  Modì, l’arte e la vita  
LA VICENDA ARTISTICA DI MODIGLIANI, A CENTO ANNI DALLA MORTE

Giorno
Martedì 16 e Giovedì 18 giugno

Ore
16:00

Dove
Lomellini 8 – Spazio LDA, Via Lomellini 8

In occasione del centenario della morte dell’artista, questo doppio appuntamento ripercorre la vita di Modigliani, illustrandone il genio artistico e le opere attraverso un viaggio nell’effervescente clima culturale della Parigi di inizio Novecento. Gli incontri diventano anche il racconto della leggenda noir di uno dei più noti “artisti maledetti” della storia dell’arte. Di Livorno, nato da una famiglia ebrea, dall’animo sensibile e insieme combattivo, Modigliani è stato un artista unico, capace di dare forma ad una pittura introspettiva, concentrata sul ritratto, che tende a esiti di estrema essenzialità, frutto di una profonda ricerca e riflessione sulla bellezza ideale.

 

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA
Quota di partecipazione per entrambi gli incontri 15 € 

 


  Archeologia del cibo  
SIAMO CIÒ CHE MANGIAMO, MA ANCHE DOVE, COME E CON CHI MANGIAMO

Giorno
Martedì 23 giugno

Ore
16:00

Dove
Lomellini 8 – Spazio LDA, Via Lomellini 8

La ricerca di cibo è la più elementare di tutte le necessità.
In un contesto archeologico resti vegetali e animali, grazie agli studi di archeozoologia e archeobotanica, permettono di rispondere alla domanda “che cosa mangiavano”? Durante l’incontro capiamo come antropologia e archeologia ci informino non solo sui cibi che consumava l’uomo, ma anche su come sfruttava le risorse a sua disposizione, poiché il cibo non afferisce esclusivamente alla sfera biologica, ma anche a quella culturale, essendo parte integrante dell’universo simbolico che ci distingue dagli altri animali. Un viaggio inedito attraverso l’antichità, che ci porta dalla pancia alla mente dell’uomo preistorico.

 

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA
Quota di partecipazione 10 € 

 


  Gli amori di Venere  
TRA ARTE E MITO, L’ICONOGRAFIA DELLA DEA DELL’AMORE

Giorno
Mercoledì 30 giugno

Ore
16:00

Dove
Lomellini 8 – Spazio LDA, Via Lomellini 8

Gli dei degli antichi, si sa, rappresentano esempi di virtù ma spesso incarnano anche vizi: quanto erano grandi i loro poteri, tanto lo erano i loro capricci. Dea dell’amore e della bellezza, Venere, da sempre cantata dai poeti e ritratta dagli artisti, è protagonista dell’incontro, con il quale scopriamo il fascino perturbante di una delle figure più ammalianti del mondo classico. Dai vasi greci alle pitture di Pompei, da Botticelli a Tiziano, fino a Rubens e Canova, analizziamo alcune tra le più note vicende amorose della dea e dei suoi amanti, mortali e divini, dallo sfortunato Adone all’indifferente Narciso, dal preferito Marte al tradito Vulcano, in un piacevole racconto per immagini.

 

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA
Quota di partecipazione 10 € 

 

Additional information

DestinazioneGenova
MeseGiugno
Durata1 Giorno