Tutti gli itinerari e le visite guidate a Genova per Settembre 2019

Date disponibili
 

 


 La chiesa di San Giovanni Battista di Quarto
Tra arte e devozione

Giorno
Giovedì 5 settembre

Ore
17:00

Dove
Chiesa di S. G. Battista, via Prasca 64

La chiesa di San Giovanni Battista di Quarto sorse nell’XI secolo come succursale della pieve di San Siro di Nervi. Le sue forme originarie romaniche, con la facciata a capanna e il rosone, andarono distrutte nel Seicento a causa di un incendio, da cui si salvarono solo alcuni brani di muratura lungo i fianchi. Sulla facciata, ricca di iscrizioni e lapidi antiche, spicca un pregevole sovrapporta quattrocentesco in ardesia, raffigurante l’Annunciazione. L’interno della chiesa è a navata unica e appare completamente rinnovato in forme barocche dagli interventi seicenteschi. Tra le opere esposte spiccano una grande tela di Gian Battista Castello, i marmi dell’altare maggiore e l’antico fonte battesimale. Ripercorrendo la storia dell’edificio raccontiamo le vicende degli antichi borghi che lo circondavano, da Priaruggia, abitata da pescatori, a Pontevecchio e Castagna, dove si coltivavano l’ulivo, la vite e gli orti, attraversati dall’antico percorso della via Romana di Quarto

 

 

 

 

 

 

 

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA
Quota di partecipazione 5 € (offerta per la chiesa e approfondimento culturale)

 


 Visita al Museo dell’Accademia Ligustica
Fondi oro e sacre visioni

Giorno
Mercoledì 11 settembre

Ore
16:00

Dove
Accademia Ligustica, largo Pertini 4

Ritorniamo al Museo dell’Accademia Ligustica di Belle Arti, polo espositivo che conserva opere di eccezionale importanza. Il museo offre ai visitatori un percorso di fondamentale rilevanza per le conoscenza dell’arte in Liguria dal XIV al XX secolo. Dipinti, disegni, incisioni, modelli in gesso, sculture in marmo, bronzi, maioliche raccolti dall’istituzione, costituiscono un patrimonio che rispecchia la storia stessa della città. La visita proposta ci permette di approfondire la conoscenza delle opere dipinte su tavola realizzate tra il XV e il XVI secolo. Un nucleo di grande interesse, dove spiccano l’elegante tavola con Santi di Donato de’ Bardi, il Polittico di San Giacomo di Manfredino Bosilio e due tavole di Nicolò Corso. Chiudiamo la visita con le opere di inizio Cinquecento, analizzando i rinnovamenti veicolati da opere come il Polittico di Sant’Erasmo di Perin del Vaga, che approdato a Genova a inizio secolo, segnerà un nuovo corso nella pittura locale.

 

 

 

 

 

 

 

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA
Quota di partecipazione 8 € (biglietto d’ingresso e approfondimento culturale)

 


 Visita a Palazzo Ambrogio Di Negro 
Da dimora nobiliare a sede della Fondazione Garrone

Giorno
Mercoledì 18 settembre

Ore
16:00

Dove
Chiesa S. Pietro in Banchi, piazza Banchi

Eretto intorno al 1570 da Ambrogio Di Negro, banchiere della Corona spagnola, doge e colto esponente dell’Accademia degli Addormentati, il palazzo raggiunge il massimo splendore all’inizio del Seicento. Posto accanto alla Loggia dei Mercanti, la struttura mostra due facciate principali a quadratura affrescata, una su piazza Banchi e una sul “carrubeous rectus”, l’odierna via San Luca, dove è collocato l’accesso principale. Lo scalone voltato, che sale sino al secondo piano, si affaccia con un loggiato sul cortile interno. Il piano nobile ospita uno tra i più importanti cicli decorativi di fine Cinquecento, attribuito ai Semino, La sala principale è affrescata con Il Ratto di Elena, mentre le due sale minori raccontano le storie di Danae e Perseo. La dimora, rimasta di proprietà Di Negro per duecento anni come sede di importanti attività commerciali, ospita oggi la Fondazione Edoardo Garrone, impegnata nel favorire la diffusione della cultura, dell’arte e della scienza.

 

 

 

 

 

 

 

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA
Quota di partecipazione 5 € (apertura esclusiva e  approfondimento culturale)

 


 Un passeggiata nella Carignano ottocentesca
Monumenti ritrovati

Giorno
Martedì 24 settembre

Ore
16:00

Dove
Ascensore corso Andrea Podestà

Scopriamo le bellezze del colle di Carignano con un nuovo itinerario, dedicato ai monumenti pubblici che ne segnano le strade, raccontando la storia di una delle molte trasformazioni urbanistiche della nostra città. Dal maestoso Ponte Monumentale percorriamo le principali arterie del quartiere ottocentesco, costeggiate di monumentali palazzi e splendide ville, muovendoci tra Corso Podestà e via Corsica. Qui la storia del quartiere diventa quella della città e dell’Italia tutta attraverso il racconto di due monumenti: il primo, eretto a Nino Bixio, opera dello scultore Guido Galletti, splendido marmo realizzato nel 1952, e un capolavoro di Giulio Monteverde, recentemente restituito alla cittadinanza: il gruppo bronzeo dedicato a Raffaele De Ferrari, duca di Galliera. L’opera, un omaggio della città ad uno dei suoi più generosi mecenati, è orchestrato come una sorprendente allegoria, che immortala il duca attraverso la rappresentazione di Munificenza, Mercurio e il Genio alato del commercio

 

 

 

 

 

 

 

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA
Quota di partecipazione 5 €  (approfondimento culturale)

 


 Virginia, un mondo perduto 
Scene di un matrimonio Belle Epoque in casa Spinola

Giorno
Mercoledì 25 settembre

Ore
16:00

Dove
Museo di Palazzo Spinola, piazza Pellicceria 1

Un incontro, ospiti di Palazzo Spinola, per scoprire l’affascinante figura di Virginia Peirano, figlia della Belle Epoque,legata sentimentalmente a Paolo Spinola, colui che donò la dimora di famiglia allo Stato Italiano perché ospitasse l’attuale Galleria Nazionale. Avvincente come un romanzo, ma scrupolosamente verificata su documenti d’epoca, la vicenda di Virginia Peirano si snoda tra la Romania, Londra, Parigi per poi giungere a Genova. Un amore passionale, quello con Paolo Spinola, presto minato da insanabili differenze, non solo di classe. Dopo un continuo girovagare e un’esotica luna di miele in Egitto la coppia si separò, divorziando a Fiume nel 1923.
Virginia, divenuta poi moglie di Stephen Courtauld, si trasferì in Africa, in Rhodesia. Donna brillante e fuori dal comune, Virginia, la cui biografia è stata recentemente pubblicata, è accompagnata durante tutta la sua vita da un’irrefrenabile, infinita, ricerca di bellezza.

 

 

 

 

 

 

 

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA
Partecipazione gratuita (approfondimento culturale)

 

Additional information

DestinazioneGenova
MeseSettembre
Durata1 Giorno